La rivista Altroconsumo promuove Mooncup®

Nel mese di luglio la rivista Altroconsumo ha parlato ancora di Mooncup (lo aveva già fatto in questo articolo. ), mettendola a confronto con un’altra coppetta mestruale con particolare attenzione alla capacità di raccolta del sangue e al controllo degli…

READ MORE

Conoscere la vulva

Allora, cosa è la vulva?

Essere consapevoli della propria anatomia e sapere riconoscere i cambiamenti può anche essere complicato: la complessità della mappa vaginale può confonderci un po’!

Spesso il termine “vulva” provoca incertezza e la parola vagina viene comunemente usata e riconosciuta come nome generico per i genitali femminili.

Ovviamente siamo tutte diverse: abbiamo forme e parti del corpo simili ma siamo intrinsecamente uniche. Poiché la maggior parte di noi non è abituata a fare confronti o descrivere questa nostra parte del corpo, con altre donne, non ci sorprende che la vulva possa essere un territorio sconosciuto.

Molte donne che utilizzano la Mooncup ci hanno raccontato di come l’utilizzo della coppetta mestruale le abbia rese più consce dei propri meccanismi fisiologici, comprendendo meglio la propria vulva. Se hai voglia di imparare un po’ di più e prendere confidenza con le intricate pieghe e aperture di questa parte del nostro corpo, leggi qui…

La parola vulva (dal latino) significa copertura e si riferisce ai genitali esterni della donna, che includono:

Monte di Venere – il cumulo di tessuto adiposo che copre e protegge l’osso pubico.

– Grandi labbra – comunemente note come  labbra esterne. In alcune donne, le labbra si incontrano coprendo le labbra interne ma, per altre, queste parti possono essere viste in quanto le grandi labbra rimangono leggermente divaricate.

– Piccole labbra – si trovano all’interno delle grandi labbra e la pelle è di solito più scura, anche se può variare da persona a persona, così come variano le dimensioni, la forma e la lunghezza di ciascun lato. Spesso non c’è simmetria. Le piccole labbra sono ricche di minuscole ghiandole sebacee che producono oli per la lubrificazione.

– Clitoride  – La parte esterna si trova di solito tra le pieghe interne della vulva (piccole labbra), nella parte superiore. Sotto il cappuccio clitorideo c’è la testa del clitoride, detta  “glande” che varia in dimensione, da persona a persona. Si stima che qui ci siano almeno 8000 terminazioni nervose sensoriali e che questo sia il fulcro centrale della risposta sessuale per la maggior parte delle donne.

Uretra – si trova sopra la vagina e sotto il glande della clitoride ed è dove l’urina fuoriesce attraverso un dotto collegato alla vescica.

-Vestibolo – è l’area della pelle direttamente attorno all’apertura vaginale e all’uretra, esterna al corpo, ma all’interno delle piccole labbra.

– Apertura vaginale – si trova sotto l’uretra ed è come un canale fibromuscolare  che collega la cervice (collo dell’utero) alla vulva esterna. Le dimensioni e la forma della vagina possono variare da donna a donna.

Perineo La parte che possiamo vedere esternamente è quell’area della pelle e dei muscoli tra la vagina e l’ano.

Autoesame della vulva per verificare problemi di salute

Se non osservi la tua vulva da monto tempo, forse è il momento di ricominciare!

È sempre bene essere consapevoli di eventuali cambiamenti in modo tale da prevenire qualsiasi conseguenza. Un modo comodo per farlo è sdraiarsi, magari con le spalle appoggiate a cuscini, tenendo uno specchio in una mano e usando  l’altra mano per dividere le grandi labbra e controllare che tutto abbia un bell’aspetto.

Grumi o protuberanze insoliti?

Eventuali grumi, verruche, rotture sulla pelle o altre modifiche come il colore, l’assottigliamento o l’ispessimento della pelle sulle piccole e grandi labbra o sulle aree circostanti sono sempre da segnalare. Se si presentano sintomi insoliti, sarebbe saggio fare subito un controllo medico.

Dolore, prurito, odori o irritazione?

Dolore, prurito, bruciore e irritazione generale della vulva, possono essere segni di una comune infezione fungina, come il mughetto (candida). Per saperne di più sul mughetto consulta questo articolo di Sexual Health: 24.

Un cambiamento nell’odore delle perdite, può indicare un diverso tipo di infezione come la vaginosi batterica. Le infezioni trasmesse sessualmente come le verruche genitali possono causare la comparsa di lesioni e verruche in qualsiasi punto della vulva. L’HPV (virus dell’herpes) può causare vesciche dolorose o ulcere / piaghe,  che andranno via ma che possono ripresentarsi ciclicamente.  Sempre, in queste circostanze, è opportuno rivolgersi immediatamente al tuo medico di fiducia.

Qualcosa di un po’ più pericoloso?

Escema / dermatite, sclerosi di licheni, lichen simplex, lichen planus. Oppure situazioni molto dolorose come la vulvodinia, vestibolite e vaginismo, e condizioni pre-cancerose della pelle come VIN (neoplasia intraepiteliale vulvare). Il cancro vulvare è un cancro raro. Ogni anno, vengono diagnosticati circa 1200 casi nel Regno Unito. Meno di 1 ogni 100 casi di cancro diagnosticato nelle donne. È più comune nelle donne anziane e in molti casi sono diagnosticati in signore di età pari o superiore a 65 anni. Circa il 15% dei casi si verifica nelle donne di età inferiore ai 50 anni. I tumori vaginali in fase iniziale possono manifestarsi in giovani donne (20 anni).

Tuttavia, è estremamente raro avere un cancro vaginale in giovane età. (Ricerca sul cancro nel Regno Unito). Ma prevenire è sempre un buon modo esserne sicuri. Rivolgiti sempre al tuo medico o ostetrica di fiducia.